Mattarella e Steinmeier in Sicilia: La sfida migratoria dell'Europa e Le regole di Dublino che sono preistoria

 Nella recente visita in Sicilia, i presidenti Sergio Mattarella e Frank Walter Steinmeier hanno sottolineato l'importanza di affrontare la crescente sfida migratoria che l'Europa sta affrontando. Questa visita, segnata da momenti di forte simbolismo e significato, ha dimostrato la solidarietà tra Italia e Germania nella gestione del fenomeno migratorio.

Mattarella e Steinmeier in Sicilia: La sfida migratoria dell'Europa e Le regole di Dublino che sono preistoria


Una Visita di Amicizia e Collaborazione

I due capi di Stato sono stati accolti con entusiasmo al centro di accoglienza gestito dall'impresa sociale 'Don Bosco 2000'. Ad accompagnare i presidenti c'erano rispettivamente la figlia Laura e la moglie Elke Budenbender. Il calore dell'accoglienza ha sottolineato l'importanza di affrontare insieme la sfida dei migranti che cercano di raggiungere l'Europa.

 $ads={1}

Durante una conferenza stampa a Piazza Armerina, il presidente Mattarella ha sottolineato l'amicizia tra Italia e Germania e l'importanza della collaborazione tra i due Paesi. Ha identificato tre questioni cruciali per il mondo e l'Europa: il cambiamento climatico, l'energia e il fenomeno migratorio. Queste sfide richiedono un approccio comune da parte di Germania e Italia.

Una Visione Futuristica per il Fenomeno Migratorio

Il fenomeno migratorio è globale e richiede una gestione lungimirante e non basata su soluzioni temporanee. Il presidente Mattarella ha sottolineato l'importanza di una "visione del futuro coraggiosa e innovativa" per affrontare il grande problema dei migranti, rispondendo alle domande dei giornalisti.

Collaborazione Italia-Germania

I due presidenti hanno concordato che le regole di Dublino, attualmente in vigore per la distribuzione dei migranti all'interno dell'Unione Europea, sono obsolete. Entrambi hanno sottolineato la necessità di soluzioni europee e di impegnarsi nel rispetto degli accordi presi.

Il Centro Don Bosco 2000

Il centro di accoglienza per migranti Don Bosco 2000 è attivo nella cooperazione allo sviluppo e nella gestione di centri di accoglienza dal 2011. Questo centro promuove anche programmi nei paesi d'origine dei migranti al fine di migliorare le loro condizioni di vita e disincentivarli dall'emigrazione dovuta a fame, guerra, persecuzione e terrorismo. Il centro è diventato un esempio concreto di integrazione e ha coinvolto migranti nel processo di mediazione interculturale.

 $ads={2}

Una Responsabilità Condivisa

Il presidente Mattarella ha sottolineato la piena convergenza tra Italia e Germania e l'importanza di collaborare per completare l'Unione Europea in modo armonico, basato su principi di democrazia, pace e tolleranza.

Guardando al Futuro

I presidenti hanno ascoltato le storie degli ospiti durante la visita al centro di accoglienza. Queste storie di successo riguardano giovani che hanno imparato l'italiano e che desiderano viaggiare in Europa ma anche tornare nei loro Paesi d'origine per contribuire al loro sviluppo.

Una Prospettiva Globale

I presidenti hanno anche sottolineato l'importanza di una mentalità aperta e della cooperazione tra l'Africa e l'Unione Europea. Hanno riconosciuto la responsabilità condivisa di aprire le porte e di salvare chi attraversa il Mediterraneo.

Solidarietà e Futuro

La visita dei presidenti Mattarella e Steinmeier rappresenta un passo significativo nella cooperazione tra Italia e Germania per affrontare le sfide globali e regionali, compresa la questione migratoria. Essa riflette il desiderio comune di costruire un futuro migliore, basato su valori di solidarietà, collaborazione e progresso.

di essere informati