TikTok bloccato in Italia dopo la morte di una bambina di 10 anni

0

TikTok bloccato in Italia dopo la morte di una bambina di appena 10 anni

Questo venerdì, il social network TikTok è stato bloccato in Italia in seguito alla morte di una bambina di 10 anni che stava partecipando a una sfida su quella piattaforma.

Secondo le informazioni, la ragazza aveva solo 10 anni e si era registrata senza alcun problema. L’iscrizione sul social network “non è stata rifiutata dall’azienda” nonostante l’età, da cui si è dedotto il minimo di 13 anni.

In un comunicato, il Garante per la protezione dei dati personali, ha deciso di “bloccare il social network cinese” con effetto immediato fino al 15 febbraio, quando si stima che TikTok abbia già adempiuto agli obblighi del regolatore italiano.

Ricordando che il processo nei confronti del social network è stato avviato nel dicembre 2019, criticando la “scarsa attenzione alla tutela dei minori, la facilità di aggirare il divieto di registrazione dei minori e la mancanza di trasparenza e chiarezza nelle informazioni fornite agli utenti, come oltre che impostazioni predefinite che non rispettano la privacy ”.

In particolare, al social network è stato vietato di utilizzare “i dati degli utenti la cui età non è stata determinata con assoluta sicurezza”, ha affermato il funzionario, citato da AFP.

La decisione è arrivata poche ore dopo la morte di una bambina di 10 anni a Palermo, nel sud della Sicilia, rivelata per asfissia mentre partecipava alla Blackout Challenge e filmava con lei il telefono stesso per il Tik Tok.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.