sospeso Fabio Milani, il Dottore che aveva detto di no al sistema.

0

La sospensione di Fabio Milani da parte dell’ ASL di Bologna

l’Asl di Bologna ha comunicato la sospensione del Dr. Fabio Milani dalla sua attività di medico di base. Anche se al momento non conosciamo ancora le motivazioni ufficiali riguardo la sospensione, tutto fa pensare che a pesare sulla scelta siano state le posizioni assunte su tutta l’emergenza Covid.

Le posizioni che avrebbero portato alla sospensione Fabio Milani

l’elemento che più di tutti potrebbe aver inciso sulla sua sospensione potrebbe essere la decisione di posticipare la sua vaccinazione. Il problema potrebbe essere emerso dal decreto legge lo imponga ai professionisti della sanità. Milani in una intervista rilasciata a Red Ronnie il 3 luglio 2021, non si definisce contrario ai vaccini, ma fa una richiesta ben precisa alle autorità: avere dei dettagli sul vaccino. Conoscere, da medico, di cosa è composto e se può fidarsi. Fino a quando non avrà queste informazioni non si sottoporrà all’inoculazione.

Milani nella sua intervista, sostiene di aver curato i suoi pazienti malati a domicilio durante la fase acuta della pandemia. Nell’intervista ha spiegato di aver visitato i suoi pazienti senza dispositivi di protezione perché questo toglieva fiducia agli ammalati. Ha inoltre dichiarato di non ritenere affidabili i tamponi considerandoli solamente uno strumento di guadagno delle case farmaceutiche.

inoltre, Fabio Milani, nutre forti dubbi rispetto al fatto che non siano state effettuate autopsie sui corpi, sospettando che le morti non siano state causate da Covid, ma bensì da altro.

Vi lasciamo al video intervista

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.