Home ultimi articoli Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca rifiutano L’euro

Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca rifiutano L’euro

by admin
0 comment

Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca non prevedono di passare alla moneta unica europea.

Questa dichiarazione è stata fatta da una fonte a Bruxelles, alla vigilia del summit dei leader UE previsto per il 14-15 dicembre nella stessa città per discutere la situazione nella zona euro, riporta Sputnik.

Allo stato attuale, la zona euro comprende Austria, Belgio, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Spagna, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Finlandia, Francia ed Estonia.

Ci si aspettava che Bulgaria, Ungheria, Polonia, Romania, Croazia, Repubblica Ceca e Svezia avrebbero adottato l’Euro in futuro. Allo stesso tempo, i rappresentanti della Commissione europea hanno dichiarato in precedenza che i governi che entrano all’Unione Europea non sono obbligati ad entrare nella zona euro.

Su 28 Stati che compongono l’Unione Europea, 19 hanno aderito all’eurozona, hanno cioè adottato l’euro come moneta nazionale sostituendola alla propria. Tra i Paesi più restii a cedere la propria sovranità monetaria c’è la Polonia, che continua a dire no alle pressioni ed agli inviti di Bruxelles a rinunciare alla propria moneta a favore dell’euro.

Loading...

Ma la Polonia non è la sola ad essere scettica, se non contraria, all’introduzione della nuova moneta, altri sette Paesi stanno rimandando, e poi c’è la gran Bretagna prossima all’uscita dall’Unione Europea, a seguito di un referendum che ha bocciato la permanenza del Paese nella UE.

Molti europei ed economisti ritengono che l’euro abbia penalizzato diversi Paesi, ecco dunque che cresce l’euroscetticismo.

Leggi Anche

Leave a Comment