Muore in vacanza in Egitto, la salma torna a casa ma mancano il cuore e i reni

Muore in vacanza in Egitto, la salma torna a casa ma mancano il cuore e i reni

Una storia agghiacciante quella riportata dal quotidiano Daily MailDavid Humphries, il turista di 62 anni, che si trovava in vacanza in Egitto, è morto dopo aver accusato un malore mentre si trovava nella piscina di un resort.

Nel paese nordafricano era stata effettuata una prima autopsia, una pratica poi ripetuta quando la salma è tornata in patria: ma quello scoperto dai medici è inquietante.

Come racconta la donna, David Humphries aveva accusato forti dolori al petto e si era recato in un ospedale del posto, ma era deceduto poche ore dopo. Senza neanche informare la famiglia, le autorità locali avevano deciso di effettuareun’autopsia. Una volta che la salma del 62enne è tornata in Gran Bretagna, i medici hanno scoperto degli organi mancanti.

Molto probabile, se non quasi scontato, è che la salma dell’uomo sia finita nelle mani di qualcuno vicino a trafficanti di organi umani. Il fenomeno, infatti, negli ultimi tempi sta dilagando in Egitto: solo quest’anno, per questo reato, sono state arrestate 37 persone, ma è probabile che altre centinaia l’abbiano sempre fatta franca.

Loading...
loading...

Leave a Reply