Microsoft verso l’acquisto di TikTok dopo una telefonata con il presidente Trump

0

Microsoft verso l’acquisto di TikTok

Microsoft ha confermato l’intenzione di acquistare la piattaforma video TikTok negli Stati Uniti, dopo che il CEO della tecnologia, Satya Nadella, ha consultato il presidente Trump sull’operazione. 

Pertanto, la società ha evitato un blocco da parte del presidente, che aveva annunciato la scorsa settimana la sua intenzione di vietare il popolare social network attraverso un potere economico di emergenza o un ordine esecutivo. Trump ha accusato TikTok nelle ultime settimane di essere uno strumento di spionaggio di Pechino. E questo accade proprio mentre le relazioni tra Stati Uniti e Cina stanno diventando sempre più tese.

Microsoft spiega in una dichiarazione che le trattative con ByteDance, la società cinese proprietaria della piattaforma, avranno luogo nelle prossime settimane, in modo che possano concludere l’affare prima del 15 settembre. “Microsoft comprende l’importanza di rispondere alle preoccupazioni del presidente”, ha spiegato la società, che insiste anche sul fatto che le condizioni di sicurezza e vantaggi economici saranno fondamentali per l’acquisizione della piattaforma.

Microsoft verso l'acquisto di TikTok dopo una telefonata con il presidente Trump
Microsoft verso l’acquisto di TikTok dopo una telefonata con il presidente Trump

Il gigante di Redmond è anche interessato ad acquisire le operazioni della piattaforma in Canada, Australia e Nuova Zelanda, paesi in cui i governi hanno anche visto con interesse e preoccupazione la crescita di TikTok. Nel caso in cui venga effettuata l’acquisizione, ByteDance continuerà a possedere la piattaforma nel resto dei paesi e continuerà con il suo quartier generale a Pechino. Sebbene l’archiviazione delle informazioni fornite dagli utenti, garantisca la società cinese, venga effettuata principalmente a Singapore e in Virginia (USA) per evitare interferenze da parte delle autorità di Pechino.

TikTok e Microsoft

Microsoft ha insistito sul fatto che uno dei suoi obiettivi principali è quello di proteggere la sicurezza dei dati di milioni di utenti del social network nel paese. “Microsoft assicurerebbe che tutti i dati privati ​​degli utenti TikTok statunitensi vengano trasferiti e rimangano negli Stati Uniti. Nella misura in cui tali dati sono attualmente archiviati o sottoposti a backup al di fuori degli Stati Uniti, Microsoft assicurerà che tali dati vengano rimossi dai server al di fuori del paese dopo il trasferimento “, ha aggiunto la tecnologia.

La diffidenza da parte del governo degli Stati uniti nei confronti di TikTok

La diffidenza nei confronti del governo degli Stati Uniti è aumentata negli ultimi mesi. Il Pentagono ha raccomandato da dicembre che gli impiegati militari evitino di usare l’app. Trump, da parte sua, ha insistito sul fatto che il presidente cinese Xi Jinping influenza la gestione delle informazioni sui social network. “Non siamo politici, non accettiamo pubblicità politica e non abbiamo un’agenda politica; il nostro unico obiettivo è rimanere una piattaforma dinamica di cui tutti possano godere. TikTok è diventato l’obiettivo finale, ma noi non siamo il nemico “, ha risposto il CEO della piattaforma, Kevin Mayer.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.