L’Ue vuole abolire l’ora legale!

L’Ue vuole abolire l’ora legale!

C’è grande attesa a Strasburgo per la votazione in programma domani, giovedì 8 febbraio, su una risoluzione, presentata da una larga coalizione di eurodeputati, con la quale si chiede alla Commissione europea di “condurre una valutazione approfondita” della direttiva comunitaria sull’ora legale. In altre parole, si avanza la richiesta di abolizione dell’ora legale. Da tempo, il dibattito sull’utilità o meno del cambio di orario due volte all’anno, a ottobre e a marzo, tiene banco in tutto il Vecchio Continente, soprattutto per quanto riguarda le possibili conseguenze sulla salute dei cittadini che comporta lo spostamento in avanti o indietro di un’ora delle lancette dell’orologio, come malessere, stanchezza e irritabilità, solo per citare quelle più comuni.

L’Ue vuole abolire l’ora legale!

Il testo presentato dagli eurodeputati, per la maggior parte provenienti da Nord e dall’Est Europa, è composto da un paio di paragrafi e invita inoltre Bruxelles a “formulare, se necessario, una proposta di revisione” della stessa direttiva. L’obiettivo finale dei promotori dell’iniziativa, tutti membri dell’Intergruppo “Fine del cambio biannuale d’ora”, è abolire il cambio orario e, di fatto, di seppellire l’ora legale. Una decisione che, però, spetta in ultima battuta alla Commissione Ue. “Turbare due volte all’anno l’orologio interno degli individui porta danni alla salute”, ha affermato oggi in conferenza stampa la finlandese Heidi Hautala, che ha anche sottolineato come “la nostra richiesta è basata su decine di studi”, anche se non c’è ancora una bibliografia univoca sui presunti danni apportati da questa pratica a uomini ed animali. La sua concittadina, Anne Berber, lo scorso mese aveva chiesto almeno che venisse lasciata ad ogni singolo Paese la facoltà di poter decidere sul da farsi.

Loading...

Dunque, nella risoluzione in questione si chiede alla Commissione europea di proporre la soppressione del passaggio dall’ora solare all’ora legale, che viene effettuata tutti gli anni l’ultima domenica di marzo. Secondo il testo in votazione, un regime orario unificato a livello Ue dovrebbe essere mantenuto anche se i cambiamenti d’orario verranno aboliti. I singoli stati dunque non potrebbero decidere in maniera autonoma il cambio di orario ma dovrebbero restare in linea con tutti gli altri Paesi membri. Si ricorda che l’ora legale è un’idea introdotta nel 1784 come espediente per risparmiare energia. A proporlo fu Benjamin Franklin, ma perché la sua idea potesse trovare seguito, si dovette attendere il 1916, quando a Londra la Camera dei Comuni istituì l’ora estiva nel quadro delle misure economiche necessarie per far fronte alla Prima guerra mondiale. Questa soluzione venne usata per sfruttare al massimo le ore diurne. In quanto convenzione, non esiste ovunque. Ad esempio, in Medio Oriente vi è un solo orario valido per tutto l’anno, così come in Russia.

continua su: https://www.fanpage.it/l-ue-vuole-abolire-l-ora-legale-attesa-per-il-voto-ci-sara-solo-quella-solare/
http://www.fanpage.it/

 

Leggi anche

loading...

Leave a Reply