coronavirus app norvegia

App tracciamento? No grazie dice la Norvegia, invasiva e danneggia la Privacy

Mentre in Italia l’applicazione di tracciamento per il coronavirus viene utilizzata senza farsi problemi, La Norvegia decide di bloccare e sospendere l’app considerata Invasiva e dannosa per la Privacy.


L’Authority ritiene che, visto il basso tasso di contagi in Norvegia, la raccolta di dati tramite l’app non può più essere considerata ragionevole in termini di privacy. Datatilsynet, l’organismo nazionale per la protezione dei dati, ha giudicato il software troppo invasivo

Camilla Stoltenberg, direttrice dell’Istituto di Salute pubblica, ha fatto sapere di non essere d’accordo con la valutazione ma i dati verranno cancellati e la app sospesa.

La Germania invece conferma che l’app tedesca rispetta la privacy

Il governo tedesco presenterà domani, insieme al Robert Koch Institut, l’app ideata per tracciare il contagio. Lo ha annunciato il portavoce Steffen Seibert, in conferenza stampa a Berlino.

L’app ha come obiettivo esclusivamente l’interruzione delle catene di contagio, “e non servirà a null’altro”, ha affermato il portavoce, rispondendo alle domande dei giornalisti. Seibert ha anche sottolineato che i dati, “vengono cancellati automaticamente ogni 14 giorni” e il rispetto della privacy è totale. Alla presentazione parteciperanno, fra gli altri, i ministri della Salute, dell’Interno, della Giustizia, il presidente del Robert Koch Institut, l’ad di Telekom e un membro del cda del gruppo SAP.“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *