Iran: Da questo momento Smetteremo di rispettare i limiti dell’accordo sul nucleare

0

L’Iran annuncia che smetterà di rispettare i limiti dell’accordo nucleare

L’Iran ha annunciato che non rispetterà più i suoi impegni ai sensi  dell’accordo sul nucleare firmato con sei potenze globali nel 2015. Teheran si considera distaccato dai limiti stabiliti nel patto di arricchimento dell’uranio, secondo quanto riferito dalla televisione di stato, cita una dichiarazione dell’esecutivo.

La decisione arriva due giorni dopo l’ attacco americano che ha ucciso il generale iraniano Qasem Soleimani in Iraq e poche ore dopo una nuova ondata di minacce da parte del presidente Donald Trump , che ha avvertito la Repubblica islamica di avere 52 obiettivi iraniani pronti a se Teheran risponde all’assassinio di Soleimani colpendo gli interessi americani.

L’arricchimento dell’uranio è un passo fondamentale nel mettere insieme una bomba nucleare. Teheran ha sempre sostenuto che il suo programma nucleare è esclusivamente per scopi civili.

l’accordo sul nucleare dell’Iran

Il regime dell’Ayatollah si stava allontanando tale accordo da quando gli Stati Uniti lo hanno abbandonato nel 2018. Negli ultimi mesi ha intensificato l’arricchimento dell’uranio  e degli altri firmatari (Regno Unito, Francia, Germania, Russia e Cina ) hanno cercato di non far decadere l’accordo. Tuttavia, secondo Reuters, l’Iran si sta attualmente arricchendo a un livello del 4,5%, appena al di sopra del livello stabilito nel patto nucleare (3,67%) e ben al di sotto della soglia raggiunta prima dell’accordo (20 %) e il necessario per assemblare una testa atomica (90%).

L’annuncio di questa domenica rappresenta il più forte ritiro dell’Iran dagli impegni del patto , ma Teheran ha affermato che continuerà a collaborare con l’agenzia nucleare delle Nazioni Unite, che sta svolgendo compiti di ispezione critica.

Il portavoce citato in televisione ha sottolineato che questi prossimi passi possono essere invertiti se Washington innalza le sanzioni che mantiene a Teheran.

Questo è il primo passo tangibile dopo l’attacco che ha ucciso Soleimani. I leader iraniani hanno promesso di vendicarsi per quello che considerano un atto criminale e l’intera regione è in sospeso in attesa di ritorsioni. Gli Stati Uniti hanno annunciato l’invio di 3.500 soldati in più nella regione, sebbene i suoi piani siano complicati dalla richiesta del parlamento iracheno, che sostiene il primo ministro ad  interim, Adil Abdelmahdi, di chiedere la partenza del territorio nazionale delle truppe statunitensi , in un nuovo sviluppo che agita la tavola tesa del Medio Oriente.

Dal ritiro dell’amministrazione Trump nel 2018, le tre potenze europee che hanno firmato il patto e l’UE hanno cercato di mantenere vivo il patto nucleare che Teheran ha siglato con l’amministrazione Barack Obama. Tuttavia, non è stato efficace nel costituire uno strumento finanziario che consentirebbe all’Iran di eludere le sanzioni finanziarie statunitensi. L’annuncio di questa domenica lascia in coma quell’architettura di controllo del programma nucleare iraniano.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More