Home medicina Il fisico italiano scopre come bruciare i tumori nel giro di pochi secondi. I dettagli

Il fisico italiano scopre come bruciare i tumori nel giro di pochi secondi. I dettagli

by admin
0 comment

INCREDIBILE SCOPERTA: POSSIBILE BRUCIARE TUMORI CON ELETTRONI

Una nuova incredibile scoperta è stata effettuata da uno scienziato italiano e questa rappresenterebbe un passo avanti non soltanto per la scienza ma anche per molti altri settori. Lo scienziato barese, Gabriele Grittani, che lavora nel centro di ricerca Eli-Beamlines di Dolni Brezany, a pochi chilometri da Praga, avrebbe scoperto un metodo sorprendente per curare alcuni tipi di tumore. Questo prevede di bruciare questi tumori grazie all’utilizzazione di fasci di elettroni generati via laser, un sistema sicuramente innovativo e che promette ulteriori benefici nel corso dei prossimi mesi.

NUOVE SPERANZE DATE DAL NUOVO SISTEMA

Grittani, barese di nascita, si è laureato a Pisa, poi si è trasferito a Praga per un dottorato di ricerca e oggi lavora nel centro di ricerca occupandosi di sviluppare nuove tecnologie basate sul laserplasma. Questa nuova scoperta sembra promettere bene e ulteriori sviluppi si potranno avere nel corso del tempo. Nel frattempo il giovane fisico nucleare, ha brevettato questo sistema che promette maggiore efficacia nella lotta al cancro, soprattutto nel curare neoplasie al polmone e alla prostata. Sull’effettiva capacità degli elettroni nell’essere utilizzati per bruciare  alcuni tipi di tumore continueranno ancora a lungo gli studi.

SCOPERTA VANTAGGIOSA, ECCO PERCHÈ

«È in corso – spiega Grittani – la realizzazione di un prototipo indispensabile per avviare la fase sperimentale di una radioterapia che rappresenta una svolta storica nel campo dei tumori. Questa scoperta oltre ad essere fondamentale e costituire una novità del settore, risulta essere anche vantaggiosa, molti infatti sarebbero i vantaggi. Prima di tutto dobbiamo dire che gli elettroni sono più veloci e leggeri rispetto ai protoni oggi utilizzati. Quindi una eventuale terapia basata sugli elettroni è sicuramente più rapida, richiede molto meno tempo delle altre ma anche meno invasiva e più economica. Si tratta di tre considerazioni importantissime che vanno sicuramente a favore del fascio di elettroni 

tumori-elettroni-scoperta-1200x628
bruciare i tumori

CONTROLLO MAGGIORE SULLA TERAPIA DEL PAZIENTE
Inoltre, grazie alla tecnologia laser, il macchinario consente il monitoraggio in tempo reale della posizione del tumore, il quale comporta un migliore controllo sulla terapia del paziente. Sicuramente questo consente di aiutare meglio a seguire la durata dell’intera terapia e quindi una terapia basata sugli elettroni è sicuramente più rapida e maggiormente efficace.

Loading...

bigodino.it

Leggi Anche

Leave a Comment