I funghi champignon bianchi contrastano il diabete: ecco quanti mangiarne ogni giorno

0

Un team di ricerca internazionale ha dimostrato che i funghi champignon fanno bene contro il diabete

Funghi champignon bianchi: super alleati contro il diabete

Mangiare funghi sembra non abbia mai fatto così bene. Secondo una recente ricerca, mangiare una porzione giornaliera di champignon bianchi potrebbe aiutare a tenere lontano il diabete.

Funghi champignon bianchi: ecco i possibili effetti benefici sul diabete secondo una ricerca condotta dalla Pennsylvania University

Secondo lo studio svolto dalla Pennsylvania State University, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Functional Foods, ha rilevato come consumare questi funghi sia un ottimo metodo per creare delle variazioni nella comunità microbica nell’intestino, che potrebbero migliorare la regolazione del glucosio nel fegato.

I funghi champignon possibili alleati per prevenire il diabete

La ricerca, che è stata effettuata sui topi, ha rilevato come negli animali a cui veniva somministrata una porzione giornaliera di funghi champignon bianchi, i livelli di un particolare batterio coinvolto nella produzione di glucosio aumentavano.

Funghi champignon bianchi: super alleati contro il diabete


Margherita T. Cantorna, professoressa di Immunologia Molecolare presso il College of Agricultural Sciences della Penn State, ha spiegato che è in particolare Prevotella, il microbo intestinale capace di originare acidi grassi a catena corta. Secondo la ricercatrice era già conosciuta la funzionalità dei prodotti del batterio, che permette a questi ultimi di cambiare l’espressione dei geni necessari per gestire la produzione del glucosio. “Regolarizzare lo zucchero ha importanti implicazioni sia per il diabete che per altre patologie metaboliche”, ha sottolineato Cantorna.

Funghi champignon bianchi: ecco i possibili effetti benefici sul diabete – I SINTOMI DEL DIABETE


Ecco i principali sintomi che potrebbero indicare un’insorgenza della malattia diabetica:
•    poliuria (aumento del volume delle urine e la frequenza di minzione)
•    polidipsia (aumento della sete)
•    vista offuscata
•    stanchezza
•    ferite che si rimarginano più lentamente

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.