Germania: Proteste contro le restrizioni bloccata: i manifestanti, Rivoluzione!

0

Proteste contro le restrizioni: manifestanti non hanno rispettato la distanza richiesta e l’uso di maschere

Le Proteste contro le restrizioni in Germania sono state bloccate dalla Polizia tedesca a casua del mancato rispetto dell distanza richiesta e l’uso di maschere imposte dal governo

Con lo slogan “Festival della libertà e della pace“, diverse migliaia di persone si sono radunate questo sabato nel centro storico di Berlino per protestare contro le restrizioni imposte dal governo tedesco per combattere la pandemia e contro l‘uso obbligatorio di mascherine nel trasporto pubblico e in tutte le strutture chiuse. 

La sospenzione della Massiccia protesta contro le restrizioni

La massiccia protesta nel centro storico di Berlino è stata sciolta dalle autorità poco dopo l’inizio dopo aver osservato che non indossavano maschere né rispettavano la norma della distanza fisica. 

Nonostante ciò, circa 2.000 ultras hanno sfidato le forze di sicurezza e organizzato alterchi a fianco del parlamento tedesco e dell’ambasciata russa.

Germania: Proteste contro le restrizioni
Germania: Proteste contro le restrizioni

Secondo la polizia, circa 30.000 persone, inclusi attivisti anti-vaccini, teorici della cospirazione e simpatizzanti di estrema destra, si sono riuniti presso la Porta di Brandeburgo e hanno marciato attraverso il centro di Berlino per gran parte della giornata gridando slogan anti-governativi.

la protesta di oggi secondo le dichiarazioni rilasciate dai manifestanti segna l’inizio di quella che alcuni manifestanti hanno già definito una “rivoluzione“. 

Questo non si fermerà fino a quando non rovesciamo il governo. Si spera che questo incoraggi anche le persone in altri paesi a scendere in piazza ” dichiarano i manifestanti

La manifestazione, indetta dall’organizzazione Querdenker 711, nata nella città di Stoccarda, era stata vietata mercoledì scorso dal governo di Berlino. 

Il divieto ha sostenuto che non c’erano garanzie per il rispetto delle misure di sicurezza in vigore, come il mantenimento di una distanza di almeno 1,5 metri e l’uso di maschere. 

Ciò ha portato a una forte polemica sul diritto fondamentale di manifestare ed è stato criticato con passione dal partito Alternativa per la Germania e anche dal quotidiano tabloid Bild .

Il tribunale di Berlino aveva concesso il via libera rigettanto la proposta di bloccare la protesta dichiarando che “l’esistenza di un pericolo immediato per la sicurezza pubblica” non era un motivo valido per vietare la manifestazione, pur che vi erano le condizione e il rispetto delle attuali misure. 

Questo sabato la polizia, dopo aver osservato come i manifestanti hanno marciato senza rispettare le misure e verificato un’atmosfera che potrebbe culminare in atti di violenza, ha annunciato che le marce e l’atto centrale che doveva svolgersi in avenue de Junio ​​17 dovrebbero essere sciolti, come è successo anche lo scorso 1 agosto. Il motivo: la violazione delle regole sulla distanza e sulle maschere. “

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.