Covid-19:Donald Trump inizia il trattamento sperimentale

0

Donald Trump inizia il trattamento sperimentale con Anticorpi monoclonali

Donald Trump ha iniziato la sua lotta contro il coronavirus con un cocktail sperimentale a base di anticorpi monoclonali.

Una dose di otto grammi di questo farmaco è stata somministrata venerdì al presidente degli Stati Uniti ricoverato in un ospedale militare meno di 24 ore dopo la conferma della sua infezione da covid-19.

L’iniezione fa parte di un trattamento sviluppato dalla società di biotecnologie Regeneron ed è stata somministrata a Trump

Gli anticorpi monoclonali sono anticorpi realizzati in laboratorio a partire dagli anticorpi naturali dei pazienti guariti dal Covid. Sono indicati – almeno a quanto suggeriscono le sperimentazioni – per quei pazienti dal sistema immunitario debole che non riescono ad attivare anticorpi propri contro il coronavirus.

In precedenza, Anthony Fauci,il più riconosciuto esperto americano di malattie virali e leader del team della Casa Bianca per combattere la pandemia, aveva definito questo trattamento come un possibile “ponte verso un vaccino”.

In un successivo rapporto, già venerdì sera, è stato riferito che il presidente ha ricevuto anche una prima dose del farmaco antivirale re m desivir , precedentemente utilizzato per combattere l’epatite C e l’Ebola.

La medicina di Trump

Oltre al farmaco anticorpale, Trump ha iniziato il suo processo di recupero assumendo zinco,vitamina D, famotidina, melatonina e un’aspirina quotidiana, ha riferito la Casa Bianca.

Il comunicato rileva che il presidente soffre di stanchezza, ma è di buon umore.

Prima di essere ricoverato, si sapeva che aveva “lievi sintomi” della malattia e che il suo trasferimento all’ospedale militare Walter Reed era stato deciso come “misura precauzionale”.

Quel centro sanitario, alla periferia di Washington DC., È uno dei più grandi e prestigiosi degli Stati Uniti.

È anche la struttura medica in cui i presidenti americani si recano spesso per i loro controlli annuali.

Il rapporto del medico presidenziale aggiunge che la first lady, Melania Trump, si sentiva bene con solo mal di testa e una leggera tosse.

Regeneron

Il cocktail di anticorpi somministrato a Trump aiuta a ridurre gli effetti dei virus e può accelerare il recupero, osserva la società Regeneron.

Sebbene non ci siano cure approvate dall’Organizzazione mondiale della sanità per il covid-19, il protocollo sanitario fornito a Trump è uno dei candidati più promettenti, secondo quanto sottolineano i medici americani.

In una dichiarazione rilasciata venerdì, l’amministratore delegato della società, Leonard S. Schleifer,aveva contattato lo staff medico di Trump per chiedere il permesso di utilizzare il farmaco.

Il suo utilizzo è stato autorizzato dalla Food and Drug Administration (FCA).

“Confermiamo che, come annunciato dall’addetto stampa della Casa Bianca, Regeneron ha fornito una singola dose da 8 grammi di REGNCOV2 , un cocktail di due anticorpi monoclonali, per l’uso da parte del presidente Trump”, si legge in un comunicato pubblicato dalla stessa società.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.