Coronavirus: I contagiati in Cina salgono a a 11.791

0

Il numero di casi di coronavirus in Cina aumenta a 11.791

Il numero di persone infette dal coronavirus in Cina è salito a 11.791. Con 46 nuovi decessi, 259 persone sono morte a causa della malattia polmonare, ha detto la commissione sanitaria cinese a Pechino sabato. Successivamente, nella provincia di crisi gravemente colpita sono stati aggiunti 45 decessi e 1.347 nuovi casi di virus, per cui ora sono stati contati 7.153 pazienti.

Venerdì sera, il Ministero della Salute spagnolo ha confermato il primo caso di coronavirus del Paese. È un turista tedesco sull’isola delle Canarie di La Gomera che ha avuto contatti con una persona infetta nella sua casa. Un totale di cinque tedeschi sono sotto sorveglianza sull’isola a causa del sospetto coronavirus.

Finora sono stati segnalati sette casi dalla Germania, due dei quali sono stati segnalati venerdì. Sono tutti collegati al quartier generale del fornitore automobilistico Webasto in Baviera, dove un dipendente di un collega cinese è stato infettato. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha annunciato l’emergenza sanitaria internazionale a causa della rapida diffusione del virus giovedì sera.

coronavirus
coronavirus

Gli Stati Uniti hanno dichiarato un’emergenza di sanità pubblica a causa del virus corona. Agli stranieri che sono stati in Cina nelle ultime due settimane sarà vietato l’ingresso nel Paese, ha detto oggi il segretario alla Sanità americano Alex Azar. Esistono eccezioni per i familiari stretti di cittadini statunitensi e stranieri con permesso di soggiorno permanente. L’istruzione si applica da domenica. Si dice che anche i cittadini statunitensi residenti nella provincia cinese di Hubei siano messi in quarantena per due settimane.

In precedenza, diversi stati avevano annunciato misure di preclusione nei confronti della Cina. Singapore e Mongolia hanno annunciato che non avrebbero più permesso ai cinesi o ai viaggiatori cinesi di entrare nel paese. L’Austria ha anche aumentato il livello di sicurezza e ha emesso un avviso di viaggio parziale per la regione di crisi in Cina.

Si dice che sette austriaci che vivono nella provincia di crisi di Hubei siano volati su un aereo francese e dovrebbero rientrare in Austria domenica dalla Francia. Il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg (ÖVP) ha ringraziato il governo francese sabato sera “per l’eccellente cooperazione. Questa è cooperazione europea in azione!”

Finora non ci sono stati casi confermati in Austria: c’era un chiaro caso per un settimo caso sospetto a Vienna e per un caso sospetto in Carinzia. Altri due sospetti casi Corona erano ancora aperti a Salisburgo. Per motivi di sicurezza, la coppia è stata portata nel reparto di isolamento della Clinica di Salisburgo.


Leave A Reply

Your email address will not be published.