Cani e colpi di calore: come riconoscere i sintomi ed evitarli

loading...
Le alte temperature di questi giorni aumentano il rischio di colpi di calore per il nostro cane. Ecco dunque come prevenirli, riconoscerne i sintomi e curarli.
L’improvvisa ondata di calore sta mettendo a dura prova moltissimi cani, soprattutto quelli che vivono in città. Noi forse non ce ne accorgiamo perché indossiamo le scarpe, ma l’asfalto brucia le zampe dei nostri cani, per non parlare dei tombini e delle grate in metallo a dir poco roventi. Non dimentichiamoci dell’aria, calda e asfissiante che arriva direttamente dai marciapiedi. Insomma, questo per Fido è un periodo molto delicato che, con qualche piccola attenzione, può essere superato senza grosse difficoltà.

Ipertermia

I cani non riescono a termoregolarsi come noi attraverso il sudore, ma gestiscono lo sbalzo di temperature attraverso la respirazione. Quando fa caldo infatti il cane apre la bocca, tira fuori la lingua e ansima al punto da gocciolare. La temperatura corporea di Fido varia dai 36 ai 38,5 gradi, per questo motivo quando si trova a dover passeggiare in città, dove i gradi possono salire anche oltre i 38,5, rischia seriamente di non riuscire a ‘rinfrescarsi’, finendo per svenire o, nel peggiore dei casi, morire. L’ipertermia non è così rara come si pensa, basta infatti lasciare qualche minuto di troppo il nostro cane chiuso in auto o fare passeggiate troppo lunghe sotto il sole per far del male al nostro migliore amico a 4 zampe.

Sintomi del colpo di calore

Diversi sono i sintomi che possono farci capire che il nostro cane sta male:
vomito
diarrea
respirazione affannosa e troppo rapida
letargia
mucose rosse
debolezza
il cane continua a spostarsi senza trovare pace
convulsioni
collasso
In generale, in questo periodo, tutti i cani sono meno attivi del solito, non per questo dobbiamo allarmarci, si tratta di un naturale rilassamento per evitare l’innalzamento della temperatura corporea. Ciò a cui dovete far attenzione sono gli eccessi.

Evitare il colpo di calore

-
in foto: I cani hanno bisogno di stare al fresco
Non è difficile ridurre di molto le probabilità che il nostro cane finisca in ipertermia. Vi basta infatti:
assicurarvi che la temperatura in casa sia inferiore ai 27 gradi
predisporre per Fido un angolo fresco
sostituire la cuccia invernale calda con un lenzuolo di cotone fresco
cambiare spesso l’acqua nella ciotola e lasciarla sempre a sua disposizione
evitare di dare cibo caldo o a temperatura ambiente
evitare pappe troppo pesanti
spostare gli orari del pasto alla mattina presto o alla sera tardi
spostare gli orari delle uscite e la loro durata, più lunghe la mattina presto e la sera tardi e molto brevi a metà giornata, massimo 10 minuti per i cani anziani e i cuccioli, soprattutto se di taglia grande, a pelo lungo o appartenenti a razze selezionate per vivere alle basse temperature
lasciare sempre uno spiffero aperto per permettere all’aria di circolare

Come intervenire sul colpo di calore

FRANCE-WEATHER-HEAT-ANIMAL-DOG
in foto: Bagnate Fido con acqua fresca non gelida
Se non avete preso queste precauzioni e il vostro cane si sta sentendo male allora dovete correre dal veterinario, se non vi è possibile dovete:
spostare Fido in un luogo fresco, se siete in giro ad esempio potete entrare immediatamente in un negozio, in questo periodo tutti hanno l’aria condizionata accesa
raffreddare il cane, immergendolo in una vasca con acqua fresca, non gelida, se siete a casa, o bagnandolo con uno straccio, se siete in passeggiata: in ogni caso, evitate di bagnarlo bruscamente, altrimenti rischiate di far peggio
i punti più importanti da rinfrescare sono le zampe e l’inguine
La voglia che i nostri cani hanno di uscire con noi può indurci in errore, in questo periodo, anche se vorreste portarvi Fido ovunque, pensate alla sua salute e lasciatelo riposare al fresco in casa. Così come il gelo dell’inverno, anche il caldo dell’estate può essere pericoloso, aprite le porte di casa ai cani che di solito vengono lasciati in giardino, questo periodo potrà essere sia per voi che per lui un’ottima occasione per conoscervi meglio e sentirvi ancor più una famiglia.
Di Zeina Ayache

Leggi anche

loading...
Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *