Briatore apre a Salvini: Se mi chiama per il Governo dico di sì

0

Flavio Briatore non esclude la politica nel suo futuro. In una lunga intervista a Il Foglio annuncia di avere già pronto il nome del partito: Movimento del Fare. L’imprenditore si dice però pronto anche ad aiutare Matteo Salvini in un Governo a guida leghista, per dare il suo contributo sul turismo: 

“Potrei dire di sì, a patto di essere messo nelle condizioni di fare le cose. Il tempo è prezioso, specie alla mia età. Se ne sottraggo un po’ a mio figlio e alla mia famiglia, non voglio sprecare le giornate in commissioni inutili a sentire idioti che non hanno mai viaggiato in vita loro”.

“Dobbiamo far ripartire l’economia, creare lavoro, attrarre investimenti. Fosse per me, partirebbero tutti i cantieri, tutte le opere sospese, dal Tav al Ponte sullo Stretto. Eliminerei immediatamente il reddito di cittadinanza e darei agli imprenditori la possibilità di assumere giovani alle medesime condizioni. […] Se diamo fiducia ai capitali esteri, abbassiamo le tasse e tagliamo un sacco di norme inutili, il turismo diventa vera eccellenza italiana. Il Sud Italia ha tutte le carte per essere la Florida d’Europa, altrochè”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.