Home ultimi articoli Boeing 737: Secondo L’intelligence Americana abbattuto da un missile iraniano

Boeing 737: Secondo L’intelligence Americana abbattuto da un missile iraniano

by admin
0 comment

Fonti di intelligence statunitensi ritengono che un missile abbia colpito il Boeing 737. L’Ucraina non esclude l’ipotesi missilistica, mentre l’Iran afferma che questa teoria “non ha senso”

L’incidente del Boeing 737 -l’aereo ucraino che si è schiantato mercoledì vicino a Teheran uccidendo i suoi 176 occupanti sta per diventare un incidente internazionale di livello mondiale. Fonti dell’intelligence di Washington citate ritengono che il dispositivo, un Boeing 737-800 della Ukraine International Airlines (UIA) , sia stato accidentalmente colpito da un missile antiaereo. L’Ucraina, che ha inviato un team di esperti nella capitale iraniana, non esclude alcuna teoria; né che l’aereo è stato abbattuto da un missile, né che l’aereo sia stato soggetto ad un attacco terroristico.

Ore prima che il dispositivo si schiantasse, l’Iran ha lanciato diversi missili nelle due basi statunitensi in Iraq. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha detto giovedì che “dubita” che la causa dell’incidente sia una sorta di fallimento tecnico. “Qualcuno dall’altra parte avrebbe potuto fare un errore”, ha detto alla Casa Bianca. Le autorità iraniane affermano che le teorie diverse da quella di un problema meccanico “non hanno senso”.

Boeing 737: Secondo L'intelligence Americana abbattuto da un razzo iraniano
Boeing 737: Secondo L’intelligence Americana abbattuto da un razzo iraniano

L’aereo è precipitato vicino Parand, circa 60 chilometri a sud-ovest della capitale iraniana.

Immediato l’arrivo dei soccorsi nella zona della schianto, non lontano peraltro dallo stesso aeroporto. Il capo della Mezzaluna rossa iraniana ha detto subito ai media locali come fosse “impossibile” per chiunque sopravvivere allo schianto.

Loading...

Poco dopo anche le autorità ucraina hanno confermato la morte di tutti i passeggeri e dell’equipaggio a bordo.

Trovate le scatole nere ma l’iran si rifiuta di consegnarle

La prima domanda che attanaglia gli addetti ai lavori, dunque, è proprio questa: com’è possibile che un Boeing del genere non riesca nemmeno a tornare all’aeroporto di partenza, tre minuti dopo il decollo, per il malfunzionamento di un solo motore? E perché – se di guasto al motore si è trattato – i piloti non hanno segnalato niente via radio?

Altro argomento spinoso riguarda le scatole nere. Perché è lì dentro che si cela la verità sull’incidente del volo Ps752. Quelle montate sul Boeing 737-800 sono due: una tiene traccia dell’audio in cabina, l’altra registra tutti i dati del volo. Analizzando le scatole nere è possibile risalire con estrema certezza alle cause dello schianto. Ma le autorità iraniane, nelle ore successive all’incidente, hanno fatto sapere che non le consegneranno all’americana Boeing.

Sono state trovate le due scatole nere del Boeing e sono esperti iraniani a esaminare i dati delle scatole nere. Lo riferisce l’agenzia Dpa. La tv di Stato iraniana ha citato un funzionario iraniano secondo il quale entrambe le scatole nere sono danneggiate, ma non dovrebbero comunque esserci problemi per il recupero dei dati.  L’Iran non le consegnerà L’Iran non consegnerà le scatole nere perché i dati possano essere analizzati. Lo riferisce l’agenzia Reuters citando capo dell’aviazione civile iraniana.

Loading...

Leggi Anche

Leave a Comment