I segreti della Medicina Tradizionale Cinese per guarire le emozioni

Nella medicina tradizionale cinese (MTC) le emozioni sono considerate la principale causa di malattia interna. Quando siamo esposti a stress prolungato o una sovrabbondanza di gioia, rabbia, dolore o paura, i nostri organi interni possono subire delle gravi lesioni, il bilanciamento delle nostre emozioni è una delle chiavi per ottenere una salute ottimale.
Il collegamento tra emozioni e salute
Nel suo testo “The Book of Plain Questions” Su Wen afferma: “I cinque organi Yin del corpo umano producono cinque tipi di QI (flussi di energia) essenziale, che generano gioia, rabbia, dolore, preoccupazione e paura.” La MTC ritiene inoltre che alcuni organi siano collegati alle attività emozionali, ovvero:
  • il cuore è legato alla gioia
  • il fegato alla rabbia
  • la milza alla tendenza a rimuginare
  • i polmoni all’ansia
  • i reni alla paura
Le emozioni sono considerate le principali cause interne di malattia nella MTC. L’ attività emotiva è vista come una normale risposta fisiologica interna agli stimoli dell’ambiente esterno. Entro limiti normali, le emozioni non causano alcuna malattia o debolezza nel corpo. Tuttavia, quando le emozioni diventano così potenti da risultare incontrollabili e sopraffare l’individuo, allora possono causare gravi lesioni agli organi interni fino a sfociare in una vera e propria malattia.
Non è l’intensità ma bensì la durata di un’emozione estrema ad arrecare danni. Mentre i medici occidentali tendono a sottolineare gli aspetti psicologici dei disturbi psicosomatici, il danno patologico agli organi interni è di primaria importanza nella MTC.
quilibrio delle energie Yin e Yang
L’eccesso di attività emotiva provoca gravi squilibri di energia yin-yang, scarsa circolazione sanguigna, blocchi nei meridiani qi (energia vitale) e compromissione delle funzioni degli organi. Una volta che il danno fisico è in atto, non è sufficiente eliminare l’emozione incriminata; il prolungato stress emotivo dovrà essere affrontato tramite l’attività fisica. Solitamente le emozioni rappresentano diverse reazioni umane a determinati stimoli e normalmente non causano malattie.
Le caratteristiche delle sette emozioni:
  • Alterano direttamente il Qi (energia vitale) degli organi.
  • Colpiscono le funzioni del Qi (energia vitale) degli organi
  • Debolezza e instabilità emotiva
La Medicina Tradizionale Cinese si basa sul flusso di energia in tutto il corpo
Gli effetti sugli organi delle 7 emozioni secondo la Medicina Tradizionale Cinese
  1. Gioia – Cuore
  2. Rabbia – Fegato e Cistifellea
  3. Ansia – Polmoni e Intestino Crasso
  4. Tristezza – Polmoni
  5. Malinconia – Milza
  6. Paura – Reni
  7. Spavento – Cuore

Gioia

“Quando si è troppo allegri, lo spirito si disperde” Lingshu (asse vitale). Tuttavia, nella MTC, per gioia s’intende uno stato di agitazione o sovreccitazione, che non comprende il concetto passivo di profonda soddisfazione. L’organo più colpito è il cuore. Una stimolazione eccessiva può provocare un calore anomalo al cuore, con conseguenti sintomi di agitazione, insonnia e palpitazioni.

Rabbia

Come descritto dalla MTC la rabbia comprende varie emozioni, associate tra le altre, alle seguenti: risentimento, irritabilità e frustrazione. Un eccesso di sangue denso rende inclini alla rabbia ed  influisce anche sul fegato, causando la stagnazione del Qi (energia vitale). Tutto ciò può anche portare a pressione alta e danneggiare stomaco e milza. Inoltre favorirà l’insorgere di vertigini e mal di testa. È noto che le persone “sanguigne” con le facce arrossate siano più inclini di altri a improvvisi attacchi di rabbia alla minima provocazione.

Ansia

Quando veniamo colti dall’ansia, il Qi (energia vitale) è bloccato e non circola liberamente. L’ansia influisce sui polmoni, che controllano il Qi (energia vitale) attraverso la respirazione. I sintomi più comuni degli attacchi d’ansia sono caratterizzati da fiato corto (o dispnea) e respirazione irregolare. Quest’emozione può arrecare danni anche ad un organo strettamente associato ai polmoni, come l’intestino crasso. Ecco perché le persone ansiose sono inclini alla colite ulcerosa.

Tristezza / Tendenza a rimuginare troppo

Nella MTC,  la tendenza a rimuginare viene attribuita ad un eccesso di pensieri e ad una sfrenata stimolazione mentale e intellettuale… Qualsiasi attività che comporti uno sforzo mentale smisurato, può causare disarmonia. L’organo più a rischio è la milza. Tutto ciò può portare a una carenza di Qi (energia vitale) a quel livello,  causando a sua volta preoccupazione e conseguente affaticamento, letargia, e l’incapacità di concentrazione.

Malinconia / Dispiacere

I polmoni sono strettamente collegati a questa emozione. Un’espressione normale e sana del dolore può essere manifestata attraverso il pianto, che ha origine nel profondo dei polmoni, dove nasce anche la respirazione profonda tramite l’espulsione dell’aria e il singhiozzo. Tuttavia, il dolore che resta inespresso e diventa cronico crea disarmonia nell’organo in questione, indebolendo il Qi (energia vitale) del polmone. Questo a sua volta può interferire con la funzione della circolazione del Qi intorno al corpo.

Paura

La paura è un’ emozione normale, primordiale e adattiva. Ma quando diventa cronica a causa di un timore continuo che non si può affrontare direttamente, causa disarmonia. Gli organi più a rischio sono i reni. In casi di paura estrema, la capacità del rene di trattenere la sua energia vitale (Qi) può essere compromessa causando minzione involontaria. Questo problema viene riscontrato in particolare nei bambini.

Spavento

Lo spavento è un emozione non riconducibile ad un solo organo. Si distingue dalla paura per la sua natura improvvisa ed inattesa. Quest’emozione colpisce  in particolar modo il cuore, soprattutto nella sua fase iniziale, ma se persiste per qualche tempo, diventa paura consapevole e sposta la sua influenza sui reni.
Condividi su Google Plus

About Redazione

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento

loading...