Breaking News
recent

Mosca sotto shock. donna urla 'Allah akbar' e ha in mano la testa di una bimba

Mosca, donna urla 'Allah akbar' e ha in mano testa di una bimbaMOSCA - Scene da brivido a Mosca dove una donna, forse una babysitter, è arrivata alla stazione della metropolitana Oktiabriskoie Pole di Mosca, zona semi-centrale della capitale, brandendo la testa mozzata di una bambina.

Camminava urlando frasi, come 'Allah akbar', Allah è grande, minacciava di farsi esplodere, gridava "sono una terrorista". E ancora "Sono la vostra kamikaze... Morirò in un secondo... la fine del mondo". Completamente vestita di nero, con una tunica che la copriva fino ai piedi e che ha reso impossibile per i testimoni descriverla.

Secondo LifeNews, la bambina, identificata con il nome di Nastya M, aveva tre anni, forse quattro, e la donna, Gulchekhra Bobokulova, 39 anni, è originaria dell'Uzbekistan. La stazione russa è stata subito circondata dalla polizia e chiusa, lei arrestata. Ma il crimine non ha alcuna matrice terroristica, secondo quanto raccontato a Interfax da una fonte nelle forze dell'ordine, la baby sitter si trovava sotto effetto di sostanze psicotrope quando camminava alla stazione, come si vede nei diversi video che girano in rete, dondolando, barcollando.

In mattinata gli agenti erano stati chiamati nello stesso quartiere per un incendio divampato in un condominio, e avevano trovato il corpo decapitato della bimba. Nella ricostruzione dei fatti la donna avrebbe dato fuoco all'appartamento dopo averla decapitata. Come riporta Rbc, la tata avrebbe aspettato che uscissero dall'appartamento i genitori e il fratello più grande della bambina per poi ucciderla e dare fuoco all'appartamento.

LifeNews afferma che l'infanticidio sarebbe stato commesso in seguito al "tradimento del marito" della Bobokulova ma non chiarisce quale sia il legame tra i due fatti. Yulia Ivanova, assistente superiore al capo del comitato investigativo di Mosca, ha detto che la donna risulta mentalmente instabile e che gli investigatori effettueranno una valutazione psichiatrica per determinare il suo stato di salute mentale.

I genitori - in stato di shock e affidati alle cure degli psicologi - la descrivono come una "professionista" sempre "affidabile". Ultimamente però si lamentava del rapporto col marito ed era spesso "nervosa".

Durante l'incendio che si era propagato nel condominio, i soccorritori hanno salvato quattro persone.

Redazione

Redazione

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.